Choose a language

Visita il mio nuovo sito con più contenuti ed articoli!

www.walterperdan.com

Interested to buy my art? Visit my Artmajeur shop!

My Artmajeur shop

×

Attenzione

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

View GDPR Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

Mostra Ear Candies (giugno 2010) all'Accademia delle belle arti di Bologna, testo presentato per il catalogo:

Fractal Sound Landscape è il risultato di una ricerca che ho iniziato più di un anno fà. Nasce da un interesse per le tecnologie interattive e una curiosità per un ambito "inusuale" della sound art. Si tratta di una video-installazione che documenta una esperienza che il fruitore può intraprendere in uno spazio "virtuale". Ho creato essenzialmente uno paesaggio visivo-sonoro in cui lo spettatore, interagendo con questo spazio, avvengono degli eventi. Vorrei far notare che gli oggetti che si vedono - il paesaggio, il cielo e il loro aspetto esteriore - sono prodotti con funzioni matematiche frattali. Una parte dei suoni è stata campionata da eventi naturali( rumore di torrente, ecc) un'altra parte viene dalla scena stessa virtuale. Per questi ultimi ho semplicemente scattato degli screenshot dalla scena virtuale e li ho trasformato in suono con un software apposito. La mia idea era di presentare un paesaggio che "autogenera" un suono. Un altra parte del paesaggio sonoro invece lo ho prodotto con un software che crea delle partiture MIDI partendo da algoritmi frattali, Cellular Automata, e funzioni di diverso tipo. I frattali sono una scoperta relativamente recente nella scienza e nell'arte. Scoperti quasi per caso da Mandelbrot negli anni ottanta, i frattali ci danno una chiave di lettura del mondo naturale . Un frattale è un oggetto matematico che ha le caratteristiche della autosimilarità e dell'autosomiglianza. Ciò significa che se noi osserviamo un frattale e lo ingrandiamo esso presenterà in maniera microscopica le stesse caratteristiche. Questa sua peculiarità viene mantenuta se prolunghiamo all'infinto questo processo. Una delle caratteristiche più affascinanti è che generalmente i frattali sono forme finite ma hanno un perimetro infinito. Sono parte della Natura ma paradossalmente presentano una realtà parallela ad essa, uno cyberspazio ancora oggi da esplorare e indagare a fondo. Fractal Sound Landscape vuole essere un primo mio esperimento di Generative ed Interactiv art. Per motivi tecnici ed organizzativi non è possibile installare l'opera interattiva all'esposizione. Buona Fruizione!

 

 

Social links